Servizio Successioni: Cosa fare in caso di eredità?

La finanziaria del 2006 della legge 286/2006 e 296/2006 ha reintrodotto l’imposta sulle successioni, ma con l’aggiunta di una franchigia di abbattimento dell’asse ereditario per i parenti in linea retta (genitori e figli) e collaterale (fratelli...). Tutti gli obblighi e gli adempimenti fiscali previsti rimangono invariati e precisamente: entro 1 anno dal decesso è obbligatorio presentare la denuncia di successione quando nel patrimonio del defunto vi sono beni immobili (terreni e fabbricati) all’interno dello stato italiano e beni diversi (partecipazioni aziendali, azioni e obbligazioni, depositi bancari/postali ecc.). Ciò si traduce nel pagamento delle imposte ipotecaria e catastale sui terreni e fabbricati, mentre per il resto grazie alla franchigia la maggior parte dei contribuenti è esentata dall’imposta di successione.

=> Scarica l'elenco dei documenti (.pdf ) <=

 

Devi fare una dichiarazione di successione, una riunione di usufrutto... e risolvere tutto ciò che è inerente a problematiche tra eredi, beni immobili e mobili?
Chiamaci troverai un servizio specializzato che fornisce informazioni di carattere generale, consulenze e aiuto alla preparazione della documentazione necessaria.

 
L'Ufficio Successioni riceve su appuntamento. Per contattare un operatore potete chiamare il numero diretto 045 8065578 il LUNEDI' E GIOVEDI' dalle 8.30 alle 11.30  e il MARTEDI  dalle 14.30 alle 17.00 oppure scrivere una e-mail all'indirizzo successioni@acliverona.it
In orari diversi potete contattare il centralino della Sede Provinciale delle ACLI di Verona, allo 045 8065512 oppure 045 8065550 in orario d'ufficio.
 
Il servizio viene svolto sempre con lo spirito delle Acli, ottima professionalita e basso costo, con la sicurezza di trovare sempre qualcuno, anche dopo molti anni, che vi assiste su eventuali nuove problematiche. La trasparenza di un tariffario completo esposto in tutte le sale di attesa.